Simala

chiesa di santa vitalia

Sorge nella periferia settentrionale di Simala. Chiesa di Santa Vitalia è stata costruita sull’area dove anticamente sorgeva la chiesa di San Giovanni Battista con il relativo cimitero. Il terminale…

Continua...

…a doppia inflessione, unico elemento decorativo, imitò il profilo superiore della parrocchiale di san Nicola. Le murature sono realizzate con blocchi di arenaria gialla. 

Palazzo Cancedda

Il fronte principale della residenza è decorato con medaglioni di ceramica, raffiguranti volti di profilo. Il curioso motivo non è raro: nell’edilizia aristocratica di Cagliari, si può citare l’esempio del palazzo “delle cinque teste”, lungo…

Continua...

…la via della Marmora.
Come il palazzo Diana, la 
residenza padronale occupa un grande lotto di pertinenza, all’interno dell’isolato compreso tra le vie Trieste e Roma.
La disposizione dei corpi di fabbrica sovverte la configurazione tradizionale delle case a corte campidanesi, denotando alcuni accenni di modernità. Il portale comunica con la strada secondaria, regalando alla corte l’atavica riservatezza delle corti padronali; atteggiamento smentito dalle porzioni signorili della residenza, prospicienti la strada principale.

Palazzo Diana

La residenza avvolge, ad ovest, la parrocchiale di san Nicola di Bari. Rispettando la logica introversa delle dimore padronali del Campidano e dell’Oristanese, la dimora padronale é racchiusa da alte mura.

Continua...

Attorno alla grande corte ciottolata, gravitano i corpi di fabbrica principali. La considerevole dimensione della corte rappresenta un unicum nell’abitato di Simala e in gran parte dei centri limitrofi. L’unico elemento di comunicazione con l’abitato è il grande portale in curva, adiacente la piazza laterale della chiesa.
Il nucleo più rilevante è il palazzo residenziale, a due piani, situato di fronte all’ingresso, sul lato opposto della corte. Sull’architrave è scolpita la data 1554,con il nome Monserra Deana, antenato della famiglia. Il palazzo fu costruito e ampliato su un preesistente palazzo molto antico e i lavori terminarono nel 1883.

Parrocchiale di San Nicola di Bari

Il centro urbano di Simala ospita una delle parrocchiali più interessanti del Parte Montis. Posta in cima ad una ripida scalinata, la chiesa ha una pianta a croce latina, poco pronunciata.

Continua...

L’architettura

Su entrambi i lati della singola navata, si aprono due cappelle; i rimanenti bracci corrispondono al presbiterio e ai cappelloni del transetto. Il nucleo centrale è sormontato da una volta ottagona, alla quale corrisponde, internamente, un vano rettangolare; i corpi laterali e le cappelle sono coperti con volte a botte.
Il sistema delle coperture fu ricostruito nella seconda metà del ‘700; il 14 maggio 1777, monsignor Giuseppe Maria Pilo, vescovo di Usellus-Terralba, inaugurò il rinnovato monumento. Alla stessa epoca, risale la nuova immagine del campanile: all’antica torre fu sovrapposta una veste rococò, attingendo dalla tradizione piemontese, come testimoniano gli spigoli arrotondati, l’elegante cupolino e la finestrella flabelliforme ricavata lunga la canna quadrata.
Il fronte principale del monumento è concluso, superiormente, da un terminale a doppia inflessione. In Sardegna, la soluzione ebbe larga diffusione nel tardo ‘600 e ‘700, in seguito alla ricostruzione di alcune prestigiose chiese cagliaritane. Sebbene in scala ridotta, la parrocchiale imitò il modello della vicina cattedrale di Ales, ricostruita negli ultimi decenni del ‘600, ad eccezione del nartece d’ingresso e della coppia di campanili addossati al fronte principale.

Decorazioni e arredi

In occasione della ricostruzione tardo-settecentesca, la chiesa ricevette un ricco corredo marmoreo, ben oltre le usuali potenzialità di un borgo poco popolato. Ciò dimostra la ricchezza della parrocchia, dovuta alla probabile partecipazione dei maggiorenti della comunità. Nel 1772, lo scultore intelvese Giovanni Battista Franco disegnò l’altare e il recinto presbiteriali, per la somma di 530 scudi, su incarico del reverendo Giuseppe Zuddas, rettore della parrocchiale. Alla medesima tecnica della tarsia marmorea, appartengono gli altari delle cappelle laterali, il fonte battesimale e l’acquasantiera. Franco vantò una buona conoscenza della realtà simalese: nel 1773, concesse un prestito di 60 scudi al parroco don Luigi Antonio Fenu.
Agli intagliatori Gallo e Antioco Diana, si deva la realizzazione della bussola d’ingresso e il corpo superiore del fonte battesimale. La collezione sacra della chiesa comprende argenti, tessuti e documenti antichi. Nell’antico cimitero, erano custodite sculture e sacelli di pregevole fattura, commissionati dalle famiglie notabili di Simala, oggi rimossi.

POLO MUSEALE MASULLAS

More...

...allodiale, con la prerogativa di successione anche per linea femminile e l’esercizio in sede giurisdizionale del mero et mixto imperio, che concede il potere di amministrare la giustizia sia nel civile che nel criminale.In ogni curatoria o baronia appartenente al Marchesato vengono istituite le curie baronali e sono nominati i diversi giudici. Le cause sono spesso di natura fiscale, altre riguardano fatti criminali. L’amministrazione della giustizia feudale risulta però confusa e arbitraria: curie senza archivi ordinati, personale dotato di scarsa preparazione, corruzione e connivenza con i bandos organizzati, carceri ridotte al solo ceppo e in locali molto ristretti. 
Masullas, oltre alle milizie, ospita in questi locali la curia baronale con le relative carceri.
Nel 1564, per fermare lo strapotere dei baroni nell’amministrazione della giustizia, il sovrano spagnolo Filippo II istituisce il tribunale della Reale Udienza, che giudica in appello sulle cause tra vassalli, villaggi e feudatari.
A farne parte sono letrados esperti in materie giuridiche. L’incarico più importante all’interno della magistratura è il Reggente della Reale Cancelleria, coadiuvato da altri giudici, come l’Avvocato Fiscale.
In seguito alla richiesta degli Stamenti nel Parlamento, nel 1651 viene istituita la Sala Criminale della Reale Udienza, con competenza sulle cause di natura penale.
Il ruolo che la Reale Udienza assume nel corso del periodo spagnolo non è meramente giuridico, poiché essa col tempo diventa un organo consiliare che supporta i viceré nel governo del Regno.

Info

Ex Convento dei Cappuccini
Via Cappuccini, 57
09090 MASULLAS (OR) 
Sardegna 
Italia

info@polomusealemasullas.it

Collegamenti

Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter per rimanere aggiornato sugli eventi del polo museale del comune di Masullas

Privacy Policy

SOSTEGNO PUBBLICO

PROGETTO NEOLITHIC PARK 3D
CUP: E78D17000220007

Bando CultureLab “Sostegno finanziario alle imprese del settore culturale e creativo per lo sviluppo di progetti culturali innovativi”